PERCHÈ LA GUERRA DEL GOLFO

Ho scelto di dedicare questo sito alla Guerra del Golfo perché prima di tutto è stato un conflitto combattuto poco dopo che sono nato. Poi, perché mi ha sempre affascinato l’idea di una coalizione internazionale costituita da più di trenta paesi che ha agito, sotto mandato ONU, contro un paese colpevole di averne invaso un altro. Una volta ho letto che alcuni storici hanno definito la Guerra di Corea la Piccola Terza Guerra Mondiale visto il coinvolgimento bellico, in una sola regione, di tanti paesi. Ebbene se la Guerra di Corea è stata definita la Piccola Terza Guerra Mondiale, allora la Guerra del Golfo può essere definita la Piccola Quarta Guerra Mondiale.

240_F_4239167_cQ8Uw5OUe85UE9RYkRVSQwgcSDt8zSIS

Il problema del Medio Oriente: mettiamoci un cerotto sopra

Bisogna anche tener conto di altri punti in comune fra questi due conflitti: la Guerra di Corea si svolse poco dopo la Seconda Guerra Mondiale, la Guerra del Golfo sul finire della Guerra Fredda, con un’agonizzante Unione Sovietica il cui capo, Michail Gorbačëv, arrivò a sostenere moralmente l’azione degli USA. Furono due spartiacque nella storia del XX° secolo. Si può dire dunque che in ambedue i conflitti ci sia stato un passaggio di testimone per quanto riguarda i problemi dell’Occidente. Nel primo conflitto c’è stato il passaggio di testimone ai problemi del nazismo al comunismo, nel secondo invece dal comunismo al Medio Oriente.

Infine, anche per un altre due ragioni: il primo perché nella Guerra del Golfo i motivi che hanno portato alla guerra sono palesemente economici, ed è per questo che ho scelto questo episodio storico dopo essermi appassionato agli intrecci fra guerra ed economia leggendo “Debito D’Onore” di Tom Clancy. Il secondo, perché apparì l’importanza dei media. Chiunque ricorda questo evento, rammenta il bombardamento in diretta di Baghdad.

Il sito si divide in tre parti: prima, durante, dopo la guerra.

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.